Le regole base per vendere i gioielli d’oro di famiglia

In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, spesso capita di cercare idee e soluzioni per permettere di aumentare le entrate economiche. Questo spinge alcune persone a scegliere di vendere i gioielli di famiglia. Quanto però decidete di farlo è giusto conoscere bene il negozio che si vuole scegliere e soprattutto svalutare autonomamente gli oggetti che volete vendere.

E’ necessario informarsi in merito a quanto venga pagato un singolo grammo d’oro in un dato momento (le variazioni avvengono quotidianamente come puoi leggere su argenteria galbiati); il lingotto è in generale l’investimento che di spuntare un prezzo più elevato rispetto all’oro lavorato. Questo perché l’oro da investimento è puro al 999/1000, mentre quello da gioielleria è pari al 750/1000.

Conoscendo già questo primo dettaglio importante chi vorrà vendere il proprio oro saprà di dover prima di tutto puntare sulla trasparenza: da un lato per i materiali e la loro provenienza, dall’altro (nel caso di negozi compro oro per esempio) per l’offerta che si riceve nel momento in cui il metallo viene valutato. E’ poi fondamentale che i venditori esigano una copia della dichiarazione di vendita, nel quale vengono contenuti tutti i dettagli dell’operazione che potrà così porre su carta gli accordi che non potranno essere contestati in futuro.