Droni “giocattolo”: divertimento e sicurezza

Per far volare un drone “amatoriale” non dovrete essere dei piloti, ma vi basterà prende confidenza con il dispositivo in questione, in modo da diventare abili ed evitare di fare danni. Quando invece si parla di drone professionale si chiama in causa un tipo di oggetto che richiede un alto livello di esperienza di pilotaggio: per essere usato in questo caso dovrete disporre di un patentino di guida e soprattutto di buon senso nel seguire e rispettare le regole che dirigono il suo funzionamento.

Questi mezzi non hanno ancora raggiunto un livello di affidabilità massimale e anche quando prendete una certa confidenza con il dispositivo non dovrete mai diminuire l’attenzione legata alla funzionalità e alla sicurezza. I piccoli droni con telecamera solitamente sono scelti da chi voglia effettuare un volo indoor e proprio il fatto di trovarsi in uno spazio chiuso non diminuisce affatto i rischi che si corrono. Per il volo outdoor invece dovrete rispettare una serie di regole che vi permetteranno di guidare il dispositivo in zone aperte prive di ostacoli a una data altezza.

Secondo il regolamento ENAC infatti non è possibile utilizzare questi mezzi nelle aree pubbliche e popolate, ma bisogna optare per un’area isolata. E’ fondamentale, soprattutto nel caso dei droni, conoscere quali siano le regole da rispettare per massimizzare il divertimento e la sicurezza del vostro hobby.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *