Skate elettrico: guida per un acquisto sicuro

Hai sentito parlare di uno skateboard elettrico e sei alla ricerca di qualche informazione utile per capire che cosa sia e come funzioni? Si tratta di un oggetto che è diventato uno dei mezzi di trasporto preferito da giovani e adulti, perché è pensato per essere uno strumento elettrico comodo per spostarsi per le strade della tua città e non solo. Dimentica il vecchio skateboard, perché ora, questa versione moderna permette completamente di rivoluzionare il tuo modo di vivere. I primi modelli classici ti permettevano di darti una spinta con un piede per partire e poi continuare a farlo al fine di prendere velocità: senza spinta infatti non vi è la possibilità di farli funzionare. Oggi invece il gioco cambia e potrai imparare a muoverti in base alle tue necessità con uno skate elettrico. E’ bene specificare subito che a livello di design ovviamente richiama il modello quello tradizionale, anche se esistono delle versioni più sofisticate che però non avremo a chiamare in causa.

Nella maggior parte dei casi viene realizzato con materiali di ottima qualità ma leggeri, montano ruote in uretano a bassa resistenza di serie, che sono quelle capaci di raggiungere velocità più alte. Il motore è generalmente accompagnato da una serie di sensori che permettono di valutare la pressione che viene operata dai piedi, riconoscendo così i comandi. Se andrai a spostare maggiormente il tuo peso in avanti potrai poi notare l’aumentare della tua accelerazione; ti basterà invece fare pressione con il piede posteriore per far partire la frenata che rallenta così il mezzo e inoltre serve per ricaricare le batterie. Tale principio è quello che serve anche per poter effettuare tricks (rigorosamente da parte di esperti) e soprattutto per poter curvare mentre sei a bordo del veicolo.

Generalmente sono anche dotati di alcuni faretti LED sui truck anteriore e posteriore che servono per illuminare la strada e soprattutto permettono a biciclette, pedoni ed eventuali scooter di notarti mentre sei a bordo, evitando così incidenti o impatti.

Il maggior vantaggio di questo accessorio è quello di poterti spostare con praticità e velocità durante i tuoi viaggi brevi (perché la sua autonomia non ti permetterà mai di andare oltre a una media di 18-20 km, fatta eccezione per alcuni modelli di monoruota elettrici): è una soluzione perfetta se sei pendolare e vuoi svolgere piccoli tragitti urbani tra casa e scuola, oppure casa e ufficio. Il tutto divertendoti e senza dover fare il minimo sforzo per imparare a guidarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *